Prosa

La vita davanti a sé

di Romain Gary

  • Martedì, 25 Gennaio 2022 - 21:00

Silvio Orlando

in

LA VITA DAVANTI A SE' dal testo "La Vie Devant a Soi" di Romain Gary Emile Ajar

direzione musicale Simone Campa
accompagnato da quattro musicisti

scene Roberto Crea
disegno luci Valerio Peroni
costumi Piera Mura
assistente alla regia Maria Laura Rondanini
riduzione e regia Silvio Orlando

Pubblicato nel 1975 e adattato per il cinema nel 1977, al centro di un discusso Premio Goncourt, La vita davanti a sé di Romain Gary è la storia di Momò, bimbo arabo di dieci anni che vive nel quartiere multietnico di Belleville, a Parigi,  nella pensione di Madame Rosa, ex prostituta ebrea che ora sbarca il lunario prendendosi cura degli “incidenti sul lavoro” delle colleghe più giovani.

Un romanzo commovente e ancora attualissimo, che racconta di vite sgangherate che vanno alla rovescia, ma anche di un’improbabile storia d’amore toccata dalla grazia. 

Silvio Orlando ci conduce dentro questa atmosfera con la leggerezza e l'ironia di Momò diventando, con naturalezza, quel bambino nel suo dramma. Un autentico capolavoro "per tutti" dove la commozione e il divertimento si inseguono senza respiro. Inutile dire che il genio di Gary ha anticipato senza facili ideologie e sbrigative soluzioni il tema dei temi contemporaneo -  la convivenza tra culture religioni e stili di vita diversi. Il mondo ci appare improvvisamente piccolo, claustrofobico, in deficit di ossigeno. I flussi migratori si innestano su una crisi economica che soprattutto in Europa sembra diventata strutturale, creando nuove e antiche paure, soprattutto nelle fasce meno garantite. 

Se questo è il quadro, quale funzione può e deve avere il Teatro? Non certo indicare vie e soluzioni, che ad oggi nessuno è in grado di fornire; ma una volta di più raccontare storie emozionanti, commoventi, divertenti, chiamare per nome individui che ci appaiono massa indistinta e angosciante. Raccontare la storia di Momò e Madame Rosa nel loro disperato abbraccio contro tutto  e tutti è necessario e utile. Le ultime parole del romanzo di Gary dovrebbero essere uno slogan e una bussola in questi anni dove la compassione rischia di diventare un lusso per pochi:"bisogna volere bene".

 

Regole Covid-19

COVID-19 - disposizioni

GREEN PASS

Vi ricordiamo che l'accesso al Teatro alle Vigne è consentito esclusivamente alle persone munite della certificazione verde Covid-19 che dimostri l'avvenuta vaccinazione o la guarigione. I tamponi non sono accettati. www.dgc.gov.it

MASCHERINA

Per accedere è altresì obbligatorio indossare la mascherina FFP2, come da nuovo regolamento per l'accesso nei teatri, che dovrà essere mantenuta per tutta la durata dello spettacolo. È vietato l'uso di mascherine di comunità.

ALTRE INDICAZIONI

Per evitare code e assembramenti si invita il pubblico a presentarsi presso il luogo di spettacolo con anticipo rispetto all’orario di inizio.

Il pubblico è invitato a utilizzare gli erogatori di gel igienizzante collocati all'interno degli spazi del Teatro. I posti assegnati garantiscono il rispetto delle norme sul distanziamento interpersonale.

Durata spettacolo: 1h e 20 min (senza intervallo)

€25 Intero / €19 Senior / €12 Giovane(25)

CLICCA QUI PER ACQUISTARE

 

produzione
Cardellino

www.cardellino.eu