San Silvestro a Teatro

Gene Gnocchi - Se non ci pensa Dio ci penso io

regia di Marco Caronna

  • Venerdì, 31 Dicembre 2021 - 22:30

Capodanno 2022 al Teatro alle Vigne!

Al termine dello spettacolo brindisi all’aperto (con il distanziamento e nel rispetto delle regole antipandemiche) nel Giardino del Teatro.

Gene Gnocchi torna in teatro con uno spettacolo in cui la stralunata comicità che lo caratterizza si mescola con riflessioni a volte sarcastiche.
Un testo che porta Gene in una dimensione di racconto comico, battute che stanno dentro a un filo rosso che unisce le scene.
Un vecchio ufficio, dimenticato da decenni. Dentro, un capufficio, Gnocchi, e un assistente, che da anni suona la chitarra mentre protocolla gli atti.

Gene Gnocchi lavora direttamente per conto di Dio, che si esprime, a volte in maniera criptica, attraverso una vecchia radio. Ma in questi anni, i dubbi del capufficio Gnocchi sono aumentati, lui comincia a mettere in dubbio le scelte del divino principale. Così si snodano i monologhi dell’attore, come “faldoni” che contengono problemi che sempre lui, il capufficio Gnocchi, deve risolvere; domande senza risposta, problemi che attanagliano il mondo
surreale di Gene che restano insoluti, riflessioni che violano un confine tra il quotidiano e l’apocalittico.

Uno spettacolo in cui Gene Gnocchi si misura con il divertimento, la satira, l’iperbole. Cassani, alla chitarra, punteggia le astrazioni del capufficio con soli e ritmiche che vanno dal teatro contemporaneo alla musica popolare.

__________________________________________________________________________________________________

Gene Gnocchi comico, cabarettista, conduttore televisivo, cantante, scrittore ed ex calciatore.

Lo vediamo ogni lunedì  con le sue “incursioni”  nel talk  Quarta Repubblica, su Rete 4, condotto da Nicola Porro. Come avevamo visto  le sue copertine dal 2017 al 2020  a Dimartedì, condotto da Giovanni Floris su LA7.  E lo leggiamo sulla prima pagina della Gazzetta dello Sport con il rompipallone, dal 2006.

Ma in questi anni l’abbiamo visto non solo in tv  ma anche in teatro: come nel trittico  Cose che mi sono capitate, Cose che mi sono capitate…a mia insaputa, Cose che mi sono capitate…ancora;  cui è seguito Sconcerto Rocki.

E in libreria: l’ultimo  è Il gusto puffo (Solferino).

Nei primi anni ottanta esordisce allo Zelig di Milano. Dopo alcune apparizioni al Maurizio Costanzo Show, Gnocchi viene selezionato per lo show Emilio (1989). Nello stesso periodo è ospite al Gioco dei 9 condotto da Raimondo Vianello.

Successivamente forma un'affiatata coppia artistica con Teo Teocoli nella prima edizione di Scherzi a parte, nella sit-com I vicini di casa e nel varietà Mai dire gol, che conduce nella stagione 1992-1993. Nel 1994 realizza L'Approfondimento per Rai 3, trasmissione nella quale, assieme alla sua stralunata famiglia, commenta e discute i fatti più importanti del giorno.

È ospite fisso per nove edizioni del programma Quelli che il calcio.

Conduce varietà televisivi (MeteoreStriscia la notiziaIl Boom) e programmi di seconda serata, come Dillo a Wally (1997) e La grande notte (2002).

Nel 2004 ha affiancato Amadeus nella prima edizione del reality Music Farm e Simona Ventura nella conduzione del Festival di Sanremo. Nel settembre 2008 passa all'emittente televisiva Sky (pur mantenendo la conduzione di Artù su Rai 2) per condurre Gnok Calcio Show la domenica pomeriggio.

Dal 2010 partecipa ad alcune puntate programma televisivo Zelig su Canale 5. Stesso anno ecco L'almanacco del Gene Gnocco su Rai 3. Dal 2011  è membro fisso del programma La Domenica Sportiva.

In estate è ospite fisso alla trasmissione Rai Notti Europee, condotta da Andrea Fusco e Simona Rolandi, in collegamento da Rimini.

Regole Covid-19

COVID-19 - disposizioni

GREEN PASS

Vi ricordiamo che l'accesso al Teatro alle Vigne è consentito esclusivamente alle persone munite della certificazione verde Covid-19 che dimostri l'avvenuta vaccinazione o la guarigione. I tamponi non sono accettati. www.dgc.gov.it

MASCHERINA

Per accedere è altresì obbligatorio indossare la mascherina chirurgica (o livello superiore di protezione), che dovrà essere mantenuta per tutta la durata dello spettacolo. È vietato l'uso di mascherine di comunità.

ALTRE INDICAZIONI

Per evitare code e assembramenti si invita il pubblico a presentarsi presso il luogo di spettacolo con anticipo rispetto all’orario di inizio.

Il pubblico è invitato a utilizzare gli erogatori di gel igienizzante collocati all'interno degli spazi del Teatro. I posti assegnati garantiscono il rispetto delle norme sul distanziamento interpersonale.

Biglietto €35

CLICCA QUI PER ACQUISTARE