Jeffrey Swann

pianoforte

  • Martedì, 23 Ottobre 2018 - 21:00

F. Busoni                         
Diario indiano 

C. Debussy
dai Preludi (Les collines d’Anacapri, La Puerta del Vino, Bruyères, Hommage à S. Pickwick Esq. P.P.M.P.C.)
 
F. Chopin
Barcarola op. 60
 
F. Liszt
dagli Anni di pellegrinaggio (Au bord d’une source, Jeux d’eau à la Villa d’Este, Vallée d’Obermann)
Rapsodia Ungherese n. 12

Il celebre pianista americano Jeffrey Swann è ben conosciuto nel nostro Paese, per i numerosi concerti che tiene con regolarità nelle Stagioni delle maggiori Società Concertistiche; e per i Festival e rassegne che ha guidato, come il Festival Ciani a Cortina d’Ampezzo e i Concerti della Scuola Normale di Pisa.
In questo concerto Swann presenta autori che predilige, e che ha inciso in più occasioni. Sarà affascinante scoprire i legami tra lo Chopin della Barcarola – nella sua grande maturità – e il Debussy delle Estampes e dei Preludi. Un pezzo così classico,la Barcarola, ma trascolorante di effetti imprevisti, che suscitò l’ammirazione di Debussy e di Ravel. Chopin tributa qui un omaggio al mito di Venezia: la più consona, con le suggestioni coloristiche delle sue luci, delle sue nebbie, della sua irrealtà di città sull’acqua, alla sensibilità del compositore polacco.
L’Italia affascina anche Debussy, nelle Collines d’Anacapri (che Swann ha scelto fra i Preludi); e Liszt, di cui il pianista ci fa ascoltare Jeux d’eau à la Villa d’Este; mentre la Spagna strega Debussy, nella Soirée dans Grenade (nelle Estampes) e nella Puerta del Vino (nei Preludi).

In collaborazione con Serate Musicali, Milano

€ 12 - € 15