Racconto alla rovescia

  • Martedì, 07 Maggio 2019 - 10:00

di e con Claudio Milani

progettazione elettronica Marco Trapanese

scenografie Elisabetta Viganò Armando Milani

Perché fai un conto alla rovescia? Lo faccio per fare un tuffo nel mare, per partire in una gara di corsa, per spegnere le candeline sulla torta, per aprire i regali a Natale, per stappare lo spumante a fine anno, perché ho finito di aspettare. Il conto alla rovescia è la fine di un’attesa. L’attesa è tutta la vita che c’è tra un conto alla rovescia e l’altro.
Claudio Milani ci svela la vita come un succedersi di attese, ovvero di tanti conti alla rovescia. E per rappresentarla in scena crea una storia che diventa un racconto alla rovescia. Un percorso di ricerca sulla fiaba con nuovi linguaggi narrativi e scenici adatti - per parole e contenuti - a un pubblico di piccoli spettatori. La storia è animata da innovativi sistemi tecnici e da musiche originali che miscelano elettronica e sinfonica.

PERCHÉ VEDERLO… Lo spettacolo ha anche il dono di utilizzare la tecnologia non come mero supporto, ma finalmente come linguaggio emotivamente e teatralmente forte. Infatti tutti i regali che il bambino Arturo scopre, attraverso dei meccanismi tecnologici nascosti, appaiono al pubblico dei bambini come veri miracoli, affidati a segni di semplicissima materia che fa parte dell’infanzia, fili di lana, palloncini, uova, strisce di carta, fiori ed erba colorata. Miracolosi, appunto, perché è proprio del grande teatro far apparire miracoloso tutto ciò che avviene sul palco; e non solo con le parole…

produzione Momom

durata 60’
euro 7

Per informazioni

+39 347.9049904 (Mirela Mijovic) teatroallevigne.programmazione@comune.lodi.it

Per l'adesione a uno o più spettacoli, compila il modulo di adesione